Progetto Food@Life (Cod. PONa3_00331)

“Research Infrastructure for and Foods and Nutriceutics”

Obiettivi del Progetto

Gli obiettivi scientifico-tecnologici di Food@Life riguardano la creazione di uno strumento di supporto al sistema economico della Calabria e dell'area mediterranea, attraverso la creazione di una infrastruttura dedicata, per creare occupazione qualificata e rendere fruibili servizi scientifici e/o tecnologici innovativi, in ambiti strategici quali la sicurezza alimentare e la nutraceutica.

Gli ulteriori obiettivi sono:

  • Rafforzare e valorizzare l'intera filiera della ricerca e le reti di cooperazione tra il sistema della ricerca e le imprese, per contribuire alla competitività e alla crescita economica;
  • Sostenere la massima diffusione e utilizzo di nuove tecnologie e servizi avanzati;
  • Innalzare il livello delle competenze e conoscenze scientifiche e tecniche nel sistema produttivo e nelle Istituzioni.

Progetto di potenziamento

Con il progetto si è inteso realizzare una Infrastruttura la cui attività si inserisce nell’ambito di ricerca sul modello delle infrastrutture europee.

La proposta è nata dalla consapevolezza della necessità di dover elevare la capacità di risposta del tessuto economico della Calabria, in prima istanza, alle spinte di crescita della competitività proveniente dal mercato e favorire lo sviluppo economico della regione, con uno sguardo attento alla prossima area di libero scambio, che è e sempre più sarà il bacino del mediterraneo.

In coerenza con le infrastrutture di ricerca sul modello europeo la struttura intende rispondere ai seguenti requisiti:

- effettive necessità e richieste di comunità/utenti scientifici (di base e applicativi) su base europea,

- essere orientata ad un servizio di alta qualità e specificità per utenti esterni di più Paesi;

- avere una realistica prospettiva di struttura gestionale, che assicuri il funzionamento e l'accesso;

- elementi di particolare rilievo nella valutazione saranno la 'maturità' e l''internazionalità' anche nei criteri gestionali;

- avere un quadro di riferimento definito in termini di sostegno e possibilità di futuro finanziamento della fase di costruzione.

In sintesi la RI intende organizzarsi in una struttura permanente di innovazione di riferimento per le imprese e per il mondo della ricerca, con spiccata capacità di autofinanziamento e volta all’internazionalizzazione.

Il progetto d’investimento ha previsto il potenziamento tecnologico ed infrastrutturale delle strutture già esistenti.

Progetto di formazione

Il progetto formativo ha previsto il raggiungimento di tre obiettivi:

  • formare “manager della ricerca” altamente qualificati con conoscenze di base nel settore della ricerca, esperti in management, con particolare riferimento all’organizzazione, gestione e valutazione della ricerca in campo internazionale, che siano in grado di:
    • gestire progetti complessi;
    • dirigere strutture di ricerca, con attenzione alle principali questioni tecnologiche, legali ed economiche connesse ai processi innovativi e alle attività di valorizzazione dell’innovazione tecnologica;
    • sapersi orientare nello scenario internazionale entro cui si muove il mondo della ricerca.
  • formare “business manager” altamente qualificati esperti nella gestione di trattative commerciali inerenti l’innovazione tecnologica e il know-how tecnologico, che siano in grado di gestire trattative commerciali complesse su materie di alto contenuto tecnico.
  • formare “ricercatori” altamente qualificati esperti in tecniche analitiche per la sicurezza ed autenticazione alimentare e la nutraceutica, che siano in grado di:
  • effettuare analisi del genoma, proteoma e metaboloma;
  • utilizzare con autonomia operativa le attrezzature e infrastrutture previste dal progetto.